Il progetto Podcast dei 9GU: Parliamo Generico

2
416

Con l’arrivo del nuovo anno, i 9GU portano con sé con un nuovo progetto, ovvero il proprio podcast: Parliamo Generico!
Ma facciamo un passo indietro: cos’è e come nasce questo podcast? Da chi o cosa ha avuto origine?

Il malefico trio…

I nostri lettori più “attempati”, ormai, dovrebbero aver imparato a conoscerci. Risulta chiaro ormai come la mente di un Generico sia sempre in moto, anche quando potrebbe sembrare assorta in mille altri pensieri. Ebbene: era un freddo pomeriggio di Novembre, per la precisione il 24 Novembre 2020. Dopo aver serpeggiato per diversi giorni tra le lingue biforcute di Bob, Nena e me medesimo, nacque ufficiosamente l’ennesimo gruppo Whatsapp. Questo, da quel momento in avanti, avrebbe decretato la nascita del progetto podcast: Parliamo Generico dei 9GU.

Vedi la notifica Whatsapp e poi muori…

Ora, è bene sapere una cosa. Quando un Generico viene tirato inaspettatamente dentro un gruppo Whatsapp, può solo significare una cosa: la sua anima smette di appartenergli. Questa viene indissolubilmente legata ai 9GU, che, dopo averlo sapientemente persuaso, lo spremeranno come un limone sopra una pepata di cozze.
Tutto questo, ovviamente, per la gloria dei 9GU!


Ma torniamo a noi ed andiamo con ordine. L’idea aveva serpeggiato in modo sinistro nelle menti di Bob, Nena ed anche nella mia ed aveva cominciato a covare in sé tutto il malefico potenziale. Ci faceva cicaleggiare come comari di paese per diversi giorni. Quel famoso pomeriggio ecco che d’improvviso mi apparve una notifica. L’ennesimo gruppo Whatsapp a marchio 9GU: 9GU Podcast Project – UncleBob ti ha aggiunto al gruppo.
Ancora una volta, la mia anima ingenua e pura era stata persuasa e ceduta ai 9GU per la gloria del Clan.

Corrompere anim…trovare una squadra



Ovviamente, un progetto di questa portata non poteva certamente avviarsi e continuare senza dare solide basi e competenze al comparto audio del nostro trio. Fu per questo motivo che unanimi decidemmo di arruolare, in successione e senza il benché minimo consenso da parte loro, i nostri GaBel e WildRide. Sono infatti indiscusse le loro competenze professionali in fatto di audio e produzione audio.
A questo punto, il team era al completo. Nena, dalle indiscusse capacità e competenze in fatto di grafica e (post) produzione video; Bobbe come mastino per l’organizzazione, la gestione e l’amministrazione delle piattaforme Cloud ed infrastrutturali; GaBel e Wild, come detto, alla produzione e post produzione audio; infine, io, come supporto infrastrutturale (che è un modo figo per dire gestione server).

Non si finisce mai di incastrare…

Passò un mese. Ogni giorno, confabulare trame, redigere scalette, produrre le prime colonne sonore di intro ed outro, le prime grafiche, tarare microfoni e schede audio; ancora, settare profili audio, tirare su e giù i server per allestire i nostri spazi e maledire il giorno in cui tutto questo aveva avuto inizio. Ci eravamo resi conto, però, che avevamo bisogno di qualcun altro da coinvolgere e rendere partecipe del nostro malessere psicologico. Per questo motivo, decidemmo di immolare, sempre per il bene supremo, l’anima del nostro Bluesteel; anche qui calpestando, manco a dirlo, il suo diritto di potersi opporre.

Con l’ingresso di Bluesteel, il gruppo era finalmente completo.

Perchè il podcast?

Dopo questa introduzione, che spero vi abbia fatto sorridere, passiamo ora alle reali motivazioni che ci hanno convinti a partire con questo progetto. Prima fra tutte, sicuramente, è la voglia di divulgare e farlo a modo nostro, con il nostro stile che ci contraddistingue e che, eloquente è il feedback, risulta apprezzato.

Un’altra motivazione parte dal nostro Blog, dai numeri che otteniamo qui e sui nostri social e dal consenso che continuiamo ad ottenere ed aumentare continuamente. Questo non poteva che essere celebrato da un’ulteriore novità, il podcast, che siamo certi vi piacerà.
Fin dagli albori di quel 24 Novembre, ci siamo posti come obiettivo primario quello di parlare con voi. Parleremo di tutto ciò che ci accomuna, da ArmA, all’interesse per il mondo militare fino a tutto quel che trattiamo già nel blog.
Non ci siamo posti nessun limite, se non quello di dire le cose in modo chiaro, semplice e, soprattutto alla portata di tutti. Questo, posso assicurarvelo, non è un obiettivo da poco!

Argomenti complessi. Narrazione piacevole

Perché? Perché parlare in modo semplice di argomenti spesso complessi, prevede una programmazione rigida ed una altrettanto rigida capacità di analisi e sintesi ad ogni livello del progetto.
Abbiamo deciso di dedicare ulteriore tempo libero a questo progetto perché crediamo che non ci sia cosa migliore del poter creare uno scambio costruttivo con i nostri lettori (e da adesso, anche ascoltatori!). L’auspicio è di arrivare a rendervi sempre più partecipi delle nostre attività, cercando, pian piano, di entrare nella vostra quotidianità. Questo anche trattando argomenti che ci riguardano sempre più da vicino.

Abbiamo l’ambizione di diventare una presenza sempre più radicata nelle vostre giornate e confidiamo che, anche e soprattutto grazie al vostro supporto, riusciremo nell’intento. Questo ci porterà a creare una comunità sempre più vasta e, soprattutto, selezionata o, addirittura, auto-selezionata!
Come in ogni cosa che facciamo noi Generici, anche per questo progetto dedichiamo anima e corpo, spesso sacrificando il nostro tempo per donarvi contenuti di qualità. Questo, lo crediamo fermamente, è il motivo per cui ciascuno di noi si prodiga al meglio delle sue possibilità.

Cosa ci aspetta?

Da quel pomeriggio in cui tutto ciò ha avuto inizio, non ci siamo fermati un attimo, anzi. L’immane lavoro che è stato portato avanti da Nena, Bob, Wild, Gabel e Bluesteel è un esempio da encomiare. Durante tutto questo tempo, durante le nostre vacanze, abbiamo tolto tempo allo svago, per portarvi contenuti nuovi, originali e, soprattutto, di qualità.
Ci siamo incontrati ripetutamente e tenuti sempre in contatto per accordarci sui contenuti, sul come proporveli e sul come farveli avere. Ora che siamo partiti, siamo certi di non aver sbagliato un colpo.

Confidiamo che continuerete a seguirci (se non lo avete ancora fatto, fatelo!) e siamo ancor più certi che questo nuovo format, grazie a voi ed al vostro prezioso contributo, potrà solo migliorare. Se da un lato siamo convinti di essere partiti col piede giusto, dall’altro aspettiamo i vostri feedback per poter correggere, eventualmente, la nostra rotta e poter produrre contenuti sempre migliori in fatto di qualità.

Dove trovare i contenuti del podcast?

Quando abbiamo valutato quale piattaforma usare, ci siamo detti che, comunque fossero andate le cose, le avremmo fatte per bene. Per questo motivo, abbiamo reso disponibile il nostro podcast sulle maggiori piattaforme: Youtube (nella versione video podcast), Spotify, Anchor, Apple, Google, Instagram, Facebook, Amazon Music.
Seguendo ciascun link, troverete, man mano, tutte le puntate con i nostri contenuti. Speriamo possano interessarvi ed appassionarvi, tanto quanto appassionano noi!

Detto questo, non mi resta che augurarvi un buon ascolto! Ma da bravo content creator devo ovviamente aggiungere:
Correte ad iscrivervi sulle varie piattaforme di podcast ed a lasciare un like o commento per i nostri contenuti!

Stay Hungry, stay Generic!

2 COMMENTS

Comments are closed.